www.cermanager.com/

Decreto Cura Italia – Chiarimenti dall’ANGA

L’Albo Gestori Ambientali ha pubblicato la Circolare n. 5 del 22 maggio 2020 recante “Applicazione articolo 103 della legge 24 aprile 2020 n. 27, di conversione del decreto legge 17 marzo 2020, n.18”, fornendo dei chiarimenti in merito alle proroghe disposte dall’articolo 103 del Decreto Cura Italia, così come modificato dalla Legge di conversione.
In riferimento al comma 2 dell’articolo 103, come modificato dalla Legge n. 27/2020:
Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati…, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza“,
l’Albo precisa che, tenuto conto che lo stato di emergenza, deliberato dal Governo con Delibera del 31 gennaio u.s., terminerà il 31 luglio p.v., le iscrizioni in scadenza nel lasso di tempo 31 gennaio – 31 luglio 2020 conserveranno la loro validità sino al 29 ottobre 2020.
L’impresa, la cui iscrizione sia soggetta a proroga, dovrà comunque rispettare i seguenti obblighi:
– mantenere tutti i requisiti idonei all’iscrizione;
– nel caso di obbligo di fidejussione, prolungarla dalla data di scadenza sino al 29 ottobre 2020;
– comunicare eventuali variazioni dell’iscrizione.

Inoltre l’Albo specifica che l’articolo 37 del D.L. 8 aprile 2020, n.23 ha modificato il comma 1, dell’articolo 103, decreto-legge 17 marzo 2020 n.18, disponendo che il termine del 15 aprile 2020 è prorogato al 15 maggio 2020.
Pertanto, per i procedimenti riguardanti la variazione dell’iscrizione per incremento della dotazione veicoli non conclusi alla data del 23 febbraio 2020, o iniziati successivamente e fino al 15 maggio 2020, ai fini del computo dei previsti 60 giorni di validità delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà non si tiene conto del periodo compreso tra le due date suddette.

  • Tags :